Pagine

25/01/11

In terapia...

In terapia.
Non capisco molto bene.
Io penso di analizzarmi sempre già bene da sola.
Forse anche troppo...

Stare così davanti alla psicologa e parlare di quando ci siamo conosciuti e quando e nato il nostro primo figlio e in un certo senso molto bello. Rivivi momenti belli.

Poi però sento quella brutta sensazione; "ma dove vuole arrivare?"

La sensazione che ci vuole mettere nel angolo. Incastrarci contro il muro per farci dire che noi abbiamo sbagliato tutto. Che è colpa nostra che il ragazzo non ha voglia di studiare. Che sono i nostri comportamenti che l'hanno spinto ad avere attacchi di nervi con i suoi compagni...

E allora?

Dovrebbe essere proprio per questo che ci andiamo, no...???

Per capire come possiamo cambiare le cose per aiutarlo.

Eppure mi sento un po nuda.

2 commenti:

  1. addirittura????
    mi spiace ma non nutro particolare stima per questa categoria di persone....
    ti auguro di aver trovato una persona onesta che cerchi di aiutarti a riequilibrare TE, invece di tentare di uniformarti a ciò che il pensiero sociale comune pretenderebbe che fossimo.
    un bacione.
    Bibi

    RispondiElimina
  2. hei......come stai?
    bacio :)
    Bibi

    RispondiElimina